Carnevale 2015

Io amo il Carnevale!
Chi ha acquistato la rivista di Detto Fatto in edicola dallo scorso sabato, lo sa.
Ho scritto il mio pezzo proprio sul questo, partendo proprio dal mio primo costume in maschera che era di Sbirulino mentre per Guido Alberto era quello di Dumbo.
Sicuramente cosa rara per un bambino è avere il proprio costumista  e personal shopper già dalle prime festine.. Questo lusso ahimé appartiene a mio figlio… sì, lo confesso.
GA ha un suo costumista che ogni anno gli sceglie e gli compra il vestito.
Da Dumbo passando per George Pig dello scorso anno a Paperino di quest’anno.
Questo costumista si chiama Giovanni Ciacci! Per caso vi ricorda qualcuno?..
Il fantastico Gio’ Gio’
Quest’anno ha fatto di più, l’ha portato direttamente in negozio a scegliere e a provare l’abito.
La sua prima uscita dopo più di 10 giorni a casa per una brutta bronchite (ora sta bene, grazie ancora per il vostro affetto) è stato proprio in centro a Milano al Disney Store.
Il nanetto di mio figlio non ha avuto nessun dubbio, ha puntato tutto su PAPERINO indossando anche il tanto odiato cappellino dai bambini.
Lui era super emozionato e per questo negozio è impazzito per lo specchio magico di Biancaneve e Ciacci a sua volta era colpito dal fatto che lui non fosse mai entrato in quel negozio.
Ebbene sì, mio figlio in questi grande negozi per benino non è mai entrato e mai più lo porterò.
Lui è già un bimbo fortunato con mille attenzioni, non voglio che gli sia tutto dovuto.
Mi piace illudermi del fatto che anche lui finché non sarà indipendente desidererà delle cose… Perché se si ha tutto non si hanno stimoli per arrivare a ciò che si vuole.
Da piccola avrei fatto carte false per avere tutte le Barbie in commercio (invece ne avevamo 4 in 3 sorelle) e avrei voluto solo abiti di Naj Oleari. Invece ogni anno mi dovevo accontentare del diario.
Solo per l’ultimo anno delle medie, se non ricordo male, mi andò di lusso perché ebbi un regalo da mio zio, un nuovo zaino, era a fiorellii rosa e bianchi, era il modello classico di quel brand da me tanto desiderato.
Ho trovato questo modello su internet, lo ricorda molto.

P.S. Il momento più tenero della giornata è stato quando GA ha provato l’abito per il suo papà febbricitante a letto!

You May Also Like