W le nonne!

Venerdì sera non mi sentivo bene, avrei dovuto raggiungere mio marito sui monti ma non ce l’ho fatta. Ero davvero a pezzi e ho chiamato mia mamma, come sempre faccio, verso le diciannove quando finisco di lavorare. Lei mi ha sentito con voce febbrile e subito mi ha detto: “…Allora vengo a Milano, come fai due giorni da sola a casa con il piccolo Guido Alberto?”.
Ecco, detto e fatto… La mattina quando mi sono svegliata con il mio piccolo lei era già a casa con la spesa fatta e con una pentola che bolliva sul fuoco!
Le mamme sono uniche, venerdì era il suo compleanno e l’ha festeggiato chiamando Alitalia e facendo la valigia per Milano, lasciando il mio papà a casa che brontolava perché anche lui influenzato!
Questi due giorni sono stati bellissimi! Mille attenzioni, la casa che profumava di buona cucina… Unica pecca: mia mamma fa mangiare troppo GA.
Gli ha portato un sacco di Chupa Chups, un ovetto kinder e altre caramelle che sono riuscita a nascondergli (speriamo non le scopra).
W le mamme! E soprattutto W le nonne che ci sono sempre!
Quanto vorrei averla qui a Milano… La mia vita sarebbe migliore e anche quella del nipotino. Certo, è anche vero che mio padre scapperebbe dalla città dopo una settimana. Lui ama la sua campagna e la sua casa. Vorrebbe averci tutti vicini ma ad Aversa.
Oggi è lunedì, si riparte. Anche la mia mamma ricomincia a lavorare, torna dai suoi bambini di Sant’Antimo, io da voi in tv e il mio piccolo, dopo tre settimane di malattia, torna all’asilo.
Un bacio a tutti voi che mi avete letto e un abbraccio caloroso a tutti voi che non potete più godere dell’affetto della vostra mamma!

You May Also Like