Milano Fashion Week

È vero che sono scappata ad Aversa dai miei genitori perché quando posso faccio la mamma al 100%, ma è pur sempre vero che ho tenuto gli occh puntati sulle passerelle milanesi di quest’ultima fashion week, questa volta, però, faccio proprio la mia selezione, una sorta di wishlist, ovvero cosa vorrei accaparrarmi dalle passerelle!

Una cosa la devo proprio dire: noi italiani la facciamo meglio, chiaramente la MODA. È più passionale e poco frivola, è più autentica.

Alessandro Michele mi ha nuovamente stregata: stampe boho chic e gonne da gitana, ampiezze sia su gonnelloni che su pantaloni (amo i pantaloni a zampa!), colori tenui ma non spenti e sfumature super 70s, cosa dire? Un incanto per gli occhi che non chiameresti mai vintage ma new.

Paula Cademartori: ammetto di non aver mai avuto una particolare propensione verso le sue borse ma delle scarpe mi sono letteralmente innamorata: ironiche e spiritose, stampe metalliche dal sapore esotico, voglio almeno un 41 che mi calzi a pennello firmato da questa designer brasiliana che ama alla follia la nostra benna Italia!

E cosa dire di Dolce & Gabbana? Una sfilata a suon di #selfie e #repost. Cosa ho preferito più di tutto? Il sogno di indossare un pezzo di cuore: quel mini dress bon-ton che parla di Capri, non una semplice Isola ma la mia Isola!

Missoni: sempre impeccabile, contemporaneamente controcorrente ma sempre fresco e pronto a seguire la tua personalità: un capo di Missoni racconta sempre un pezzo della tua storia ed è per questo che non conosce il tempo ma lo abbatte…

Crediti: Vogue Runway

 

You May Also Like