I miei libri sul comodino degli ultimi 6 mesi

Spesso vorrei poter dedicare più tempo alla lettura ma proprio non ci riesco. Ciò non significa dovervi rinunciare: ecco, infatti, le mie ultime letture…
Il Cardellino di Donna Tartt è uno di quei libri che non puoi non leggere, è come Anna Karenina, un must!
Alessandro D’Avenia l’ho conosciuto nel 2010. Aveva la faccia pulita e l’aria da bravo ragazzo ma che sapeva il fatto suo. Avevo capito che avrebbe avuto il successo che meritava, ora voglio vedere il film che non ho ancora avuto modo di vedere, ma per ora vi dico che il libro è assolutamente da leggere.
Il libro sulle mamme di Valeria Prestosimone mi ha divertito molto! Lo consiglio a tutte, soprattutto a chi si prende troppo sul serio.
Nicola Sorrentino mi ha fatto molto riflettere sul “fattore acqua”, che sottovalutiamo spesso quando diciamo di voler intraprendere una dieta equilibrata.
Sono stata molto felice di leggere il libro di Flavio Insinna, perché è riuscito nell’intento di far vivere una storia d’amore romantica e allo stesso tempo commovente. Ciò nonostante non è stato mai banale e non è mai caduto nei luoghi comuni.
La mia amica Francesca mi ha regalato il romanzo di Maurizio de Giovanni (gli appassionati di gialli lo conoscono di sicuro) perché sa che sono una grande tifosa del Napoli. Consiglio a tutte le donne di leggerlo perché è una carrellata di ritratti umani e serve a capire come, quando è perché i nostri uomini ci lasciano a casa per andare allo stadio. Il mio consiglio in merito? Andateci anche voi! So che è più semplice per chi tifa una grande squadra come il Napoli ma, ahimè, non si può avere tutto!
Colgo l’occasione per ricordarvi che stasera, con Fabio Caressa, sarò in Galleria Rizzoli a Milano in Galleria Vittorio Emanuele, proprio per la presentazione de “Il resto della settimana”, di Maurizio de Giovanni. Vi aggiornerò con un bel selfie durante la presentazione!

You May Also Like