La domenica a casa Balivo-Brera

La domenica se non siamo dai fratelli di Guido Alberto che vivono in Val Pusteria, è d’obbligo andare dopo la messa, a prendere cappuccino e brioche da Marchesi, un bar storico di Milano.
GA è pazzo degli zuccherini sulla brioche, quando era piccolo voleva solo quelli, ora ha già capito che mangiare tutto è più buono.
Appena finisce ne chiede un’altra… Puntualmente arriva il mio no e devo bloccare il papà che invece è della filosofia opposta alla mia.
Per lui i bambini dovrebbero mangiare tutto quello che vogliono.
Per me non è così.
Soprattutto, non mi piace se fanno il bis, devono capire che si mangia quella cosa buona una volta e basta… Altrimenti anche davanti a uova Kinders o a chupa chups, potrebbero andare avanti a mangiarne all’infinito.
Poi siamo andati a piazza Gae Aulenti a comprare alcuni pensieri di Natale.
Quest’anno abbiamo puntato su cose sportive e pratiche, così sicuro si usano e la spesa non è alta.
Io finalmente da Colmar ho trovato le mie cose da neve, poi le sfoggerò sulle piste con tanto di filmati… Vedrete come sono migliorata quest’anno.
Ovviamente sono ironica, visto che la neve non c’è e non scio dallo scorso anno. Prevedo capriole!!!
Ora vi lascio. Studio il copione per domani per Detto Fatto.
Staremo insieme fino al 24 dicembre. Poi ci fermiamo il 25 e il 26 e torniamo per l’ultima settimana di dicembre, dal 29 in poi. Solo il 1° dell’anno non staremo insieme.
Mi raccomando, non perdetevi la puntata della vigilia di Natale abbiamo mille sorprese da fare!!!

You May Also Like