Fiocco rosa arrivato!!!

Aida, ben arrivata! Finalmente!

Tutte le mie amiche negli ultimi due anni hanno partorite solo maschi. Cara Ida, diventerai bella e solare come la tua mamma e intelligente come papà Enzo!?!

Ieri mattina sono andata a trovare la mia amica Damiana perché ha partorito da pochi giorni ed ero molto emozionata. Con lei abbiamo fatto tanti viaggi e la sua gravidanza l’ho vissuta dall’inizio alla fine. Ricordo ancora il mio piccolo accarezzare la pancia a Pasqua e ripetere: “Mamma, bebè!”.
Lei è stata disciplinata e rispettosa nei confronti di sua figlia.
Ha rispettato la “dieta” consigliata dai medici in gravidanza. Quando parlo di dieta non parlo della dieta dimagrante ma dell’alimentazione che va seguita. Non è vero che si deve mangiare per due, quindi le porzioni di cibo non devono aumentare e non è vero che tanto poi i chili presi nei nove mesi si smaltiscono in fretta.
Il tempo per tornare in forma è di 18 mesi dal parto ed io lo confermo.
Solo da maggio scorso ho smaltito quella pancetta lasciata in dote dal mio adorato Guido Alberto.
Ricordiamo che mangiare tanto e tanti dolci fa male, può favorire la comparsa nella mamma di problemi come il diabete gestazionale e la gestosi. Perché l’alimentazione ha una diretta influenza sulla salute della mamma, sull’andamento della gravidanza e sulla nutrizione del neonato.
Io consiglio una prima colazione abbondante senza caffeina neanche durante la giornata, ovvio, no superalcolici, dare la preferenza a pane, pasta, patate, cereali e legumi rispetto allo zucchero e ai dolci.
Neanche voglio pensare che qualcuno continui a fumare durante i nove mesi!!!
Quindi in gravidanza alimentazione corretta e la stessa di quando non si è incinte. Per l’allattamento è diverso, servono almeno 500kcal in più rispetto al fabbisogno quotidiano normale.
Ci vuole molta energia per allattare i nostri cuccioli e bere anche molta acqua!
Ricordo che GA ciucciava con voracità da subito! Amore di mamma ora è grande!

P.S. GA ha molto apprezzato i confetti della sua amichetta Aida! Grazie.

You May Also Like