Secret party I

“Cate, Aliberti sarà a Milano giovedì prossimo. Ha detto se andiamo a mangiare la pizza da ***** .”
“Sarah ma è una schifezza di pizza, io non ci vengo! Cambiamo!”.
Dopo un giorno Franco Aliberti mi chiama e mi dice: “Se vuoi mangiare bene allora devo cucinare io”.
Me lo dice con tono ironico ed io rilancio: “Ok, ci sto… porta tutto tu e fai anche gli inviti, basta che tutti siano senza scarpe” (io non voglio portare microbi a casa dalla strada… ma, come mi ha suggerito una lettrice del blog, vi racconterò tutte le mie motivazioni).
Ecco… detto e fatto ieri sera.
Lui ha voluto e invitato queste tutor: Elisa d’Ospina, Paola Galloni, Alice Venturi, Martina Rodini e Francesca Macri. Aveva invitato anche la Berton, tutor di hula hop ma è in Quatar.
Lui ha scelto le ospiti, lui ha cucinato divinamente (se abitate vicino Riccione andate al suo ristorante Èvviva, è top), lui ha fatto il menu che potete leggere qui sotto e lui è stato il mattatore della serata.
Anche se a fine serata è arrivato il mio Guido da Londra fresco di premio come miglior gestore d’Europa!
Ma torniamo alla cena.
Abbiamo mangiato tutto, bevuto tutto e detto di tutto!
Insomma un successo per questo Secret Party, ce ne sarà un secondo?
Chi sarà il secondo chef a casaBalivoBrera? Le regole sono sempre le stesse:
1) lo chef decide cosa cucinare e cucina tutto lui
2) lo chef fa gli inviti, ne ha a disposizione 6
3) tutti senza scarpe in casa
Baci ci vediamo alle 14 e anche domani alle 14 con la prima puntata di DettoFatto Sabato.

You May Also Like

28 Comments

  1. 1

    Che bella idea fare i secret party con diversi tutor della cucina!
    Divertente sarà con Beniamino Baleotti!
    A Proposito di cucina: ho girato tutta Bologna per cercare il tuo libro sulla cucina, ma non si trova più!!

  2. 2

    Complimenti! Belle foto, bella compagnia (di donne) bellissima la preparazione della tavola e accattivante il menù dello Chef ! Ma oltre alle Tutor, potrebbero partecipare anche quelle del cambio look, edizioni precedenti? :-) ah ah ah – scherzetto di carnevale, mission impossible! Ciao Ciao

  3. 3

    Sono molto interessata e curiosa agli interni, al design di una casa…sarà che sono alla ricerca di un nuovo nido!! Per questo mi piacerebbe poter vedere e sapere qualcosa in più della tua casetta…E’ bello farsi ispirare, non trovi??

    Grazie

    Aspetto tue.

    Ciao Caterina

    E.

  4. 4

    Beeeeeelllissssssime tutte!
    E un bravo allo Chef!
    …ma che è quella presenza inquietante … una donna scura…dietro alla foto tua e di tuo marito…sullo scaffale nella foto di te che accendi una candela?
    CATE SEI SEMPRE LA MIGLIORE, TI VOGLIAMO TUTTI BENE.
    Ale

  5. 5
  6. 6

    Bellissimo party e bellissima l’idea del tutti senza scarpe che, al di là delle motivazioni, rende a mio parere tutto meno formale e più amichevole e simpatico.
    In questi casi metti a disposizione dei tuoi ospiti delle ciabatte? O tutti a piedi nudi? E tu? Ciabatte o piedi nudi?
    Ciao e complimenti ancora
    Alessandra.

  7. 7

    Ciao Cate!

    Intanto ti faccio i complimenti per la tua genuinità, sei spontanea, solare, e seppur non ci si conosca, il tuo essere così coinvolgente con chi ti segue, lo fa sentire vicino a te, come fosse un amico di vecchia data! ” Non te la tiri” in poche parole e ci piaci così!!!
    Ho una richiesta: come te, anche io ed il mio fidanzato non utilizziamo le scarpe in casa e quindi si cammina rigorosamente scalzi ( le scarpe si lasciano nella cesta all’ingresso :) ) e così vale per gli ospiti…ma…. da galateo o secondo un tuo consiglio, dovremmo mettere loro a disposizione delle ciabattine usa e getta o può andar bene anche farli camminare con i loro calzini?
    Grazie mille un bacio!
    Alle

  8. 8

    Cuao Cate, a Milano il dress code with out shoes è praticamente d’obbligo! Per forza, ma più per amore, oramai vivo in questa meravigliosa città e una volta ti ho pure incontrata! Posso darti un idea?! Ma si io te la dico: una volta ogni tanto a queste cena invita anche una tua fan, intanto mi prenoto e visto che ho un blog di cucina sarebbe un onore conoscere uno dei tuoi tutor! Visto che il prossimo sarà beniamino potrei fargli da assistente e imparare qualcosa! Se ti va vai a dare un’occhiata al blog, si chiama :anchel’occhiovuolelasuaparte.wordpress.com

  9. 9

    Cateeee!!!
    La prossima volta posso venire pure ioooo???
    Ti chiedo un favore…se la prossima volta puoi salutare in puntata i miei bimbi,si chiamano Alessandro e Cosimo! Grazieeee

  10. 10
  11. 11
  12. 12

    Bellissima idea questa del Secret Party!!! Io aspetto il secret Party con lo chef Tommaso Arrigoni!!Gli altri chef sono tutti bravissimi…ma lui a mio parere, è il MIGLIORE! Peccato che Viene troppo poco in trasmissione!! Quando c’è lui in puntata Mi fate morire dalle risate! Vi adoro!!E allora nella speranza di rivederlo presto in trasmissione Aspetto il prossimo secret party magari firmato proprio Arrigoni!!
    ciao ciao ✋✋chèrie!!

  13. 13

    Alessandra, Elana,
    La persona che ha attirato la vostra attenzione potrebbe essere la colf-tata peruviana della Balivo. A proposito della colf. Immagino sia stata assunta regolarmente, con tutte le tasse, contributi per la pensione ecc…
    Caterina Balivo, serebbe bello se ci mostrassi il contratto di lavoro della colf-tata che lavora a casa tua. Cosi faresti buon esempio a tanti Italiani che purtroppo non lo fanno. Sfruttiamo questa occasione per fare qualcosa di buono!

  14. 14

    Ciao Caterina ti seguo sempre a detto fatto… Mi fai divertire tantissimo perché ti trovo straordinaria, ironica e bellissima.
    Ottima idea quella del SecretParty! Ps: con i capelli mossi stai molto meglio :) Ps2: e se al posto di uno chef famoso chiamassi te per venire a cucinare a casa mia?!?! Ahahahah :D:Dciao Cateeeeee :*

    Roberta Fontana

  15. 15
  16. 16

    Terrificante il mio smile comunque bbbbrrrrrrrrrr ahahhahah : almeno quando mi specchio, faccio il prima (lo smile) e il dopo (la mia faccia) e mi vedo carina ahhahahha.
    Proprio un Detto Fatto :)

  17. 17

    Ciao Caterina! Che bello vedere che Detto Fatto è una grande famiglia e che si sia creato un rapporto di amicizia tra i tutors! Bellissime le coroncine e bellissime/i tutte/i voi! Un bacione!

  18. 18

    Bella festa si, però mancavano i tuttor più gnocchi della serata. Il gnocco Beneamino Baleotti e lo splendido Stefano Bonomi mi hai molto deluso in questo ma vabbè si ri fa alla prossima

  19. 19
  20. 20

    Bellissima Caterina, vi ho pensato molto alla festa chez toi… come mi piacerebbe essere stata lì solo un attimo per vedervi dal vivo!! Sai, anche io non voglio le scarpe in casa, ma qui mi prendono tutti per pazza e mi fanno un sacco di paranoie… dunque se succede che qualcuno entri con le scarpe da fuori, appena posso lavo x terra e cerco di disinfettare!!!! …
    ps: chiedi ad Aliberti se il suo latte condensato si conserva per un po’ in frigo? Grazie mille, è troppo buono!!!

  21. 21

    Gentile Caterina, il secret party è un’idea splendida, le foto sono testimonianza di questa serata all’insegna del divertimento e del buongusto, della comunicazione e della simpatia della padrona di casa e degli amici e colleghi riuniti. Leggo il menù, sarà buonissimo, accidenti, peccato che non possiamo farne parte anche noi !!!..i maritozzi con la crema, che buoni, e poi nella casa luminosa che possiedi e nei primi piani di cucina, i piatti sembrano ancora meglio. Un gran saluto e buon lavoro. Marina

  22. 22

    L’idea di obbligare gli ospiti a togliere le scarpe la trovo’ senza classe e molto umiliante. E lo dico anche se scrivo dalla Polonia – allora da un paese dovo purtroppo questa usanza e’ decisamente piu’ diffusa che in Italia :( Io a mia casa non chiedo mai nessuno di togliere le scarpe. Purtroppo tanti nonstante le mie assicurazioni che non lo devono fare, lo fanno lo stesso…
    Irene – scrivi, che appena qualcuno entra a casa tua, Tu provedi a lavare la terra e perfino disinfettarla. Non esagerare con i disinfettanti, perche’ questo puo’ rivelarsi fatale. In realta’ il pavimento a casa basta lavarlo una volta la settimana, Se a casa ci sono i bambini o gli animali – due volte la settimana e meglio usare il detersivo quello per i piatti invece di usare i disinfettanti piu’ potenti.
    Lo so, che voi – Italiani – dopo secoli di sporcizia titale aveto recentemente scoperto la pulizia – ma provate in tutto trovare la misura giusta. Non a caso proprio in Italia si registrano decisamente piu’ casi che in qualsiasi altro paese della Sensibilita Chimica Multipla!
    E dopo e’ veramnete strano che Caterina Balivo si preoccupa cosi tanto per “i microbi” portata a casa sua sulle scarpe dei suoi ospiti se d’altra parte non ha esitato di sottoportsi a fish pedicure – una prattica tanto pericolosa, che perfino bandita dalla legge in Canada e in diversi stati degli Stati Uniti.
    Sul suo blog abbiamo anche avuto possibilita’ di vederla scalza sul moquette dell’albergo (mentre faceva parte della giuria a Miss Italia).
    Vedendo i comportamenti irresponsabili della Balivo, io mi preoccuperei piu’ di poter pigliare qualche malattia da lei (attraverso le sue scarpe che ha deciso donare alle fan !!!???!!!) o attraverso le ciabattte che offre ai suoi ospiti…
    Roba da matti e… irresponsabili totali!

  23. 23

    Rispondo solo a ciò che hai preso in considerazione troppo seriamente: non è detto che per disinfettare o pulire si debba usare solo forte chimica, spesso anche olii essenziali ed alcool od aceto fanno il loro dovere.. comunque ho anche la lavapavimenti a vapore…
    Prova solo ad immaginare comunque se chi ti entra in casa è stato in una toilette con turca spesso purtroppo schizzata ovunque, o se ha pestato una cacca di cane in strada….

  24. 24

    Brava Irene, pensa che la settimana scorsa il mio gatto si è preso una infezione ai polmoni e chiedendogli come avesse potuto ha risposto: dalle tue scarpe!!!!…nella fattispecie non le mie che lascio in garage ma sicuro qualche persona che gira nel compound dove vivo e se ne frega di dove mette mani e piedi…io tutte le volte che giro x supermercati luoghi pubblici aeroporto quando torno disinfetto le suole!

    Specifico che non vivo in Italia e che qualche nazionalità presente da ste parti arriva a chiedermi: perché lavare le mani?
    Il mio gatto si lava in continuazione…ho meno schifo di lui che di molta altra gente…almeno lui massimo finisce in un bel giardino curato, non se ne va sui marciapiedi sporchi…

  25. 25
  26. 26

    Irene,
    Se usi alcol, aceto e lavapavimenti a vapore – benissimo! E’ proprio quello che si dovrebbe usare! Io alludevo ad ubuso dei detersivi chimici, che purtroppo in Italia e’ grande.

  27. 27
  28. 28

    Ma le puntate di detto fatto sono registrate!!!!che delusione. ..comunque brava Caterina che ti sei ingrassata. Stai molto molto meglio…ora sei carina…ciao ciaoooo

Add Comment Register



Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>