Palinsesti Rai, tutte le novità e i programmi della stagione 2014/2015 – Panorama.it

260620141

Palinsesti Rai, tutte le novità e i programmi della stagione 2014/2015
Presentati questo pomeriggio a Milano i nuovi show. Rete per rete, ecco cosa vedremo dal prossimo settembre


Il direttore generale della Rai Luigi Gubitosi posa con i tre direttori di rete, Teodoli, Leone e Vianello
Credits: (Ansa)

di Francesco Canino

Tante conferme, nessuna grande rivoluzione e quale pedina ancora da sistemare. Si potrebbe sintetizzare così, in poche parole, la presentazione monstre dei Palinsesti Rai 2014/2015, svelati questo pomeriggio negli Studi  di Via Mecenate, a Milano. Presente lo stato maggiore della tivù pubblica, a cominciare dal direttore generale Luigi Gubitosi, passando a Lorenza Lei di Rai Pubblicità fino ai tre direttori di rete. Ecco tutte le novità, canale per canale.

LA RAI UNO CHE (VED)RAI. Innovare senza stravolgere. È questo il motto del direttore di Rai Uno Giancarlo Leone. “La rete ha tenuto nonostante i canali digitali erodano ogni anno il 3 % pubblico alle generaliste”, commenta soddisfatto. Intrattenimento, fiction, informazione, talk, calcio ed eventi: ecco i punti cardine dell’ammiraglia Rai. Confermati Ballando con le Stelle (Milly Carlucci), Tale e Quale Show (Carlo Conti, che quest’anno farà gli straordinari), l’apertura di stagione sarà affidata a Massimo Ranieri, dal 13 dicembre con Sogno e son desto bis. Torna anche Così lontani così vicini: confermato Al Bano, affiancato da Paola Perego che prede il posto di Cristina Parodi, a cui sarà affidata la Vita in diretta in duplex con Marco Liorni. Torna su Rai Uno anche Raffaella Carrà: Forte Forte Forte è il titolo del talent show che avrà l’arduo compito di trovare in dieci puntate i protagonisti della tivù di domani. Nuovo impegno in prima serata anche per Antonella Clerici, al timone di Senza parole, emotainment attraverso cui persone comuni comunicheranno messaggi importanti con l’aiuto di personaggi famosi.

TANTE CONFERME E QUALCHE NOVITÀ. La fiction si conferma l’altro genere di punta di Rai Uno. Tra i ritorni più attesi Braccialetti rossi, secondo Leone “evento dell’anno in termini di fiction”, poi Un grande famiglia 3 (con Sandrelli e Gassman) e Che dio ci aiuti con Elena Sofia Ricci. Capitolo informazione: centrale, in seconda serata, Porta a Porta con Bruno Vespa che cede in complesso venti puntate a Duilio Gianmaria col suo riuscitissimo  Petrolio. Cultura tendenza spettacolo con Alberto Angela, atteso alla prova di Una notte al museo: il divulgatore resterà chiuso in importanti musei e li racconterà in maniera inedita. Esordio a Uno Mattina per Francesca Fialdini (ex conduttrice di A sua immagine e Uno Mattina In Famiglia), al fianco di Franco Di Mare. “Ci sarà maggiore interazione tra rete e Tg1 ma non posso anticipare nulla”, dice Leone. Si riduce a due blocchi il resto della mattina con A conti fatti, affidato a Elisa Isoardi, e Storie Vere, con Eleonora Daniele che si allunga a un’ora.

CLERICI, CONTI E SANREMO. Doppietta in day time per Antonella Clerici: oltre alla Prova del cuoco, condurrà anche I dolci di Antonella, gara appassionante tra aspiranti maestri pasticceri giudicati da pasticceri “stellati” (dopo il Tg1 delle 13 e 30). A seguire, A torto o a ragione, il court show che prende il posto di Verdetto finale. Grande attesa poi per il Sanremo targato Carlo Conti (che lascerà per qualche mese L’Eredita a Fabrizio Frizzi) – “stanno per iniziare le riunioni operative, è ancora presto per parlarne” – ma Leone annuncia un progetto con Claudio Baglioni (e altri numeri uno della musica italiana) e ammette le trattative in corso con Laura Pausini. “Siamo pronti a lavorare con lei, che può fare quel percorso artistico che fece Mina tanti anni fa. Per l’autunno 2015 ci sarà qualcosa di più strutturato, ne stiamo a discutendo”. A dicembre, intanto, torna Roberto Benigni, impegnato questa volta con I dieci comandamenti. Leone sogna poi il grande ritorno di Fiorello – “lo chiamo tutti i mesi per ricordarglielo” – e svela che non gli dispiacerebbe vedere approdare su Rai Uno anche Pif.

BALIVO, REGINA DI RAI DUE. Dopo aver sperimentato lo scorso anno dodici programmi e quattro numeri zero, il direttore di Rai Due Angelo Teodoli si dice più che soddisfatto. Asse portante del pomeriggio resta Detto Fatto con Caterina Balivo, che si prepara a sbarcare anche in prima serata – da novembre – con Il più grande pasticcere, talent itinerante che avrà per protagonisti i giovani pasticceri. Sempre in prima serata, tornano Made in Sud con Elisabetta Gregoraci e The Voice 3, nel 2015. Nel pomeriggio in arrivo dalle 17 Max Giusti – con un inedito remix del suo programma radiofonico Super Max – e, il sabato, un nuovo factual dedicato al pubblico maschile (ancora da decidere il conduttore). Torna dopo un paio anni di esilio anche Milo Infante con Senza peccato, quattro appuntamenti in seconda serata per raccontare il mondo degli adolescenti). Confermatissimi Nicola Savino a Quelli che il calcio Costantino della Gherardesca con Pechino Express a settembre e Boss in incognito da gennaio.

RAI TRE SENZA FLORIS (PER ORA). Rete dalle radici storiche, così la definisce il direttore Andrea Vianello. Inchieste, approfondimento, cronaca restano gli assest del palinsesto. Ma non mancherà l’innovazione, anche all’interno dei programmi. “Siamo molto contenti di com’è andato il day time”, dice confermando in blocco Agorà (con Gerardo Greco), Mi manda Rai Tre (con Elsa Dei Gati che quest’anno racconterà anche la micro economia oltre a fare come di consueto difesa dei cittadini) ed Elisir con Michele Mirabella, affiancato da un volto nuovo ancora da confermare. Nel pomeriggio stabile Geo, con la Sagramola premiata dagli ascolti dopo la rivoluzione dei contenuti dello scorso anno. Per l’access time, confermati Blob, Sconosciuti e Un posto al sole. Vianello certifica laconico anche l’addio l’addio di Licia Colò a Kilimangiaro: “La salutiamo e la ringraziamo, perché ha dato tanto alla domenica pomeriggio e al programma”. La new entry è Camila Ratzovich.

FORMAT STORICI E PROGRAMMI NUOVI. Quanto al prime time, il sabato torna Che tempo che fa con Fabio Fazio in accoppiata con Massimo Gramellini, fino alle 21 e 30 (a seguire, Ulisse con Alberto Angela) poi la domenica con Luciana Littizzetto. Tornano al classico spazio della domenica anche Report e Presa diretta, per chiudere con Gazebo (Zoro sbarca anche il lunedì e sono previste anche incursioni in prima serata). Capitolo marchi storici: ci sono Ballarò, per ora senza Giovanni Floris, Chi l’ha visto (Federica Sciarelli) e Amore Criminale (Barbara De Rossi). S’intitola Ti scatterò una foto il nuovo format previsto per l’autunno: “Ci crediamo molto, partiamo da una foto pubblica o privata per raccontare le emozioni del paese”, anticipa Vianello che svela anche la volontà di tentare l’esperimento di una nuova fact-fiction. Tornano poi le inchieste “morali” di Domenico Iannacone con Dieci comandamenti, Hotel 6 stelle, Sfide con Alex Zanardi e i noir con Franca Leosini (lei davvero stracult). Gerardo Greco sbarcherà invece a New York, con Slang, per raccontare le storie di vita di italiani nei quattro quartieri simbolo della Grande Mela.

Share This Story

PRESS

You May Also Like

Add Comment Register



Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>