Domenica In – Mara Venier intervista Caterina Balivo

2004201416

Domenica in, la Venier benedice come erede la Balivo, che ammette: “Detto fatto era brutto”

Caterina Balivo ha criticato gli esordi di Detto fatto, in un’ottima intervista di Mara Venier a Domenica in nel giorno di Pasqua

L’ospitata di Caterina Balivo a Domenica in è stata una consacrazione in piena regola, nonché una grandissima prova generale del suo tanto atteso ritorno su RaiUno. L’ex partecipante a Miss Italia ha innanzitutto commentato i suoi primi passi nel mondo dello spettacolo, mentre scorrevano le immagini di un rvm amarcord:

“Mi commuovo. Ero una ragazzina che voleva fare questo lavoro, una ragazzina che ci credeva, che è andata lì a Salsomaggiore per dire ‘mamma e papà, io voglio fare questo, fatevene una ragione’. Mi commuove la mia determinazione di 18 anni. Sono partita da Miss Italia e subito dopo ho lavorato a Scommettiamo che con Fabrizio Frizzi”.

Certo, nessuno ha menzionato Fabrizio Del Noce, ex Direttore di RaiUno a cui la Balivo deve l’aver ricevuto giovanissima un programma dopo l’altro. La conduttrice ha, invece, allisciato la signora della domenica attribuendole parte dei meriti:

“E’ un po’ colpa tua, sei stata una delle prime conduttrici a sdoganare il ruolo della donna che non doveva solo cantare e ballare, ma condurre. E’ grazie a questa donna che oggi le conduttrici intervistano”.

La Venier non solo ha preso di buon occhio il compleanno, ma ha perfino battezzato la Balivo come sua erede (cosa che non ha fatto a La vita in diretta nel passaggio di consegna con Paola Perego, per dire):

“Io c’entro sempre da qualche parte. Tu sai fare molto bene il tuo lavoro. Una volta tanto, se c’entro io, ho portato qualcosa di buono. In altri casi ho fatto dei danni terribili, ma non li dico”.

Poi la Balivo è scoppiata in lacrime, come tutte le volte che le fanno sorprese familiari. E’ rimasta, infatti, sorpresa nel vedere la madre, generalmente riservatissima, prestarsi in un videomessaggio:

“Mara, solo tu ci potevi riuscire. Neanche da me in trasmissione viene”.

Caterina ha, quindi, ribadito l’importanza che la famiglia ha nella sua vita:

“Mia madre ci ha sempre spinto a seguire la nostra passione. Ho una sorella che fa il medico, l’altra l’architetto. Lavoriamo tutte e tre grazie a mia madre e mio padre. Vengono più a Milano adesso, che a Roma. Adesso prendono l’aereo. Non so se vengono per me o Guido Alberto. Poi un maschio, finalmente, tra tante donne”.

La Balivo si è anche guadagnata le simpatia degli uomini di chiesa, con un bel videomessaggio del suo parroco Don Francesco:

“Il suo valore aggiunto sta di parlare alla gente e riempire una Chiesa. Così dovrebbero essere tutti i sacerdoti”.

La Venier ha, quindi, confermato il suo compiacimento per la crescita personale oltre che artistica della Balivo:

“Sei molto maturata in questi ultimi anni, dici cose molto importanti. Forse hai incontrato il compagno giusto, la serenità, la felicità”.

Caterina ha, quindi, ribadito che l’esilio forzato dalla tv le è servito molto:

“Io dal 1999 al 2012 non mi sono mai fermata, ho lavorato tutti i giorni. Non avevo mai un momento per me. Quando poi ho avuto uno stop nel lavoro di due anni – rispetto ad altre persone anche poco – li ho vissuti in maniera eterna, mi sono accorta che la vita non gira intorno al lavoro. C’era un uomo deciso e determinato a supportarmi. All’inizio è stata una tragedia per me fermarmi, poi pian piano ho cominciato a vivere la mia vita”.

La Venier, che pure ha passato un periodo ai Caraibi lontano dagli schermi, è stata d’accordo con lei:

“Io la penso così, con questa frenesia del lavoro a volte mettiamo in secondo piano le cose importanti. Un programma è importante, ma fino a un certo punto”.

Ecco, quindi, lo slogan ruffiano della Balivo:

“La mia famiglia è lo share più alto che io possa avere, il programma della mia vita è Guido Alberto”.

Ancora, la Venier ha tirato in ballo la sua relazione con Guido Maria Brera, facendo vedere un piccolo rvm tratto dalle Invasioni Barbariche. Abbiamo anche scoperto che a farli conoscere è stato Lamberto Sposini, che le due hanno salutato. Mara si è quindi complimentata con la collega per l’ottimo affare:

“Io ho conosciuto il tuo compagno quando sono andata da Daria Bignardi. Complimenti, hai fatto benissimo.

Infine, la Balivo ha parlato di Detto fatto, con una dichiarazione che non ti aspetti:

“E’ molto faticoso, però mi diverto tanto. Siamo tutti ragazzi, lavoriamo dalla mattina alla sera, c’è Giovanni Ciacci che ama le gambe della Venier e si arrabbia quando ti metti i pantaloni. All’inizio il programma è andato molto male. Era brutto all’inizio, diciamo la verità. L’umiltà con gli autori è stata di metterci lì e capire perché era brutto. Ora funziona tantissimo”.

La Venier ha apprezzato la sua autocritica, dote che evidentemente non le appartiene”.

“Non ho mai sentito una conduttrice che dice del proprio programma, ‘era brutto’.

Alla fine Caterina l’ha invitata in trasmissione ricevendo un bel sì. Quando si dice i convenevoli tra dirimpettaie della tv con il classico do ut des:

“Ok, vengo a fare il tutorial. Poi alla sera andiamo a cena con il tuo compagno e mio marito”.

E brava la Balivo, con le sapienti armi partenopee ha conquistato quella peperina della zia.

:tv: :preoccupato1: :felice1: :baci:

Share This Story

PRESS

You May Also Like

1 comment

  1. 1
Add Comment Register



Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>