Amore e famiglia 2.0

I bambini sono fantastici, riescono a farti capire un concetto difficile con esempi banalissimi o molto originali.
Mio figlio per spiegarmi il suo concetto di famiglia ha utilizzato degli sticks di burro di cacao.
A casa in montagna ce ne sono un po’, lui prima mi ha chiesto a che gusto fossero e poi guardandomi mi ha detto: “Mamma, questo alla comomilla sei tu, questo rosso forte è papà, io sono quello bebè e questo blu è la mia tata Benita.
Ecco, per lui la sua famiglia sono questi quattro sticks. Poi mi ha chiesto di comprarne altri due per i suoi fratelli. Questo week end dovrò farlo.
A proposito della sua tata, a volte mi chiedo come avrei fatto senza Benita, vive con noi da sempre. Mi aiutava già quando ero a Roma, poi mi sono trasferita a Milano e mi ha seguita e aiutata tantissimo durante la gravidanza, visto che non è stata proprio una gestazione facile, e mi ha super aiutato con il mio bambino quando sono tornata a lavorare. Per lui è stato meno traumatico il distacco, si è ritrovato a casa senza la sua mamma ma con una persona che conosce dalla nascita.
Chi non ha la fortuna di avere i genitori vicino o i suoceri, deve per forza avere un “piano b” e sopratutto una persona di fiducia. Le affidi per ore e ore tuo figlio, devi fidarti, volerle bene ma soprattuto lei deve amare il tuo bambino.
Benita è del Perù, è venuta tanti anni fa lasciando a casa quattro figli piccoli. Da più di un anno siamo riusciti a farle fare il ricongiungimento con i più piccoli.
Finalmente se li può godere, finalmente può cucinare per loro, può andare la domenica a messa con loro e seguirli a scuola.
Gli altri due invece sono rimasti in Perù, hanno studiato grazie al lavoro della mamma, si sono realizzati e hanno le loro famiglie.
W tutti gli immigrati che lavorano onestamente nel nostro paese.
Benedette tutte quelle donne straniere che ci aiutano con i nostri figli.
Senza di loro come faremmo tutte noi che lavoriamo senza i parenti vicino?
Mi arrabbio molto quando ancora oggi sento parlare di discriminazioni verso di loro, inorridisco quando molti gli attribuiscono cose brutte senza riconoscere che non tutti sono uguali.
Sono molto attenta a come si comportano le mie amiche o le mamme degli amici di GA verso le persone che lavorano con loro.
Io non ho mai avuto una tata, a casa mia mamma ha sempre fatto tutto e da sola. Ma ricordo lunghi e bellissimi pomeriggi a casa dei miei nonni o dalle mie zie. Ricordo quando lei il sabato ci diceva: “Mamma deve pulire tutta casa, andate un po’ dalla nonna”.
Ricordo ancora quando per la prima volta conobbi una tata ucraina a casa della mia amica Margareth. Ero molto  colpita e chiesi alla mia mamma perché mai la mia amica fosse in casa con una straniera. Mia mamma mi disse che lei era preziosa perché poteva far lavorare la mamma della mia amica, evitando così di lasciarla da sola a casa visto che non aveva neanche il papà.
Non so come diventerà mio figlio ma giuro che mi impegnerò per trasmettergli quella sensibilità umana che tanto manca.
“Rispetto per tutti e amore verso tutti”, sarete ripagati allo stesso modo.

You May Also Like

66 Comments

  1. 1

    Potresti anche dimostrare il regolare contratto di lavoro della Tata Benita. Servirebbe come l’esempio per la maggioranza degli Italiani che purtroppo sfrutta le badanti, le colf, le tate non pagandoli i contributi. Perche’ non lo fai?

  2. 2

    Hai scritto: “a casa mia mamma ha fatto semprte tutto e da sola” ??? E tuo padre??? Di quello che so lavoravano tutti e due. aAllora perche’ tuo padre non lavorava anche a casa se tua mamma lo conciliavo con il lavoro fuori. Vedi… Mi dispiace per dirtelo, ma sono proprio quelle frasi, quelle parole che a prima vista sembrano innocenti, ma in realta’ sono pericolosissime, contribuendo a promuovere i comportamenti sbagliati. Lo so che tu provieni da un ambiente arretrato e non molto istruito, ma adesso quando hai accesso a tutto compreso il sapere dovresti promuovere le altre cose e non i stereotipi di Medioevo. Dovresti promuovere il sapere, e la vera ugualita’. Ma se tu non vedi niente di male in burqua… ???!!!

  3. 3

    Ciao cate lo sai che ti adoro! Sono napoletana (nativa di Fuorigrotta) come te e abito a lavoro a Padova da 15 anni e come te lavoro e curo un blog a tempo (molto) perso. Una curiosità come mai hai parlato di un argomento così delicato e hai fatto fare delle foto con Labello e Leocrema ? Che senso ha ? Grazie bella

  4. 4

    Abbi pazienza io le tate straniere che ho avuto le ho trattate tutte con i guanti bianchi, quasi come una parente, un’amica…me le portavo con le mie amiche la domenica, la sera ci facevo due chiacchiere, le davo i pomeriggi liberi e le aiutavo a trovare altri lavoretti, davo libertà di organizzarsi il lavoro in casa come volevano e sai come sono stata ripagata? Solo con bugie bugie….una montagna di bugie, cattiverie, maleducazione e scorrettezze. La maggior parte sono mercenarie approfittatrici che non hanno voglia di lavorare. E’ facile fare facili buonismi senza sapere di cosa si parla.

  5. 5

    ciao Caterina,
    pure io ti devo smentire, l’ ultima badante peruviana dei miei suoceri a momenti li mena…attenta a fidarti: la tua colf non ama tuo figlio, ama solo ed esclusivamente la sua famiglia, tu sei solo la sua macchina x fare soldi, specialmente se hai un buon cuore come me: io sono stata ingannata sul lavoro x anni, ho fatto di tutto per trattare dei filippini come miei fratelli, facendoli stare in villa quando i loro amici erano nei labour camps in camere da 10 assiepati in due x letto, a loro concessa la macchina perché almeno non si stancavano coi mezzi pubblici…a loro soldi per le loro famiglie quando mi chiedevano….orari di lavoro di meno di 8 ore…come sono stata ripagata? Se potevano mi rubavano anche le mutande.
    Cate sei giovane e disillusa….sei brava a fare il tuo lavoro e continua a farlo…stai sul leggero come la tua trasmissione che più che mai proprio perché disimpegnata è utilissima….un consiglio: evita sti argomenti!!!!
    P.S. io la penso in maniera identica anche sui nostri connazionali, che sono un po’ più che ladri di polli…ma preferisco non proseguire!!!
    Bacio
    Ale

  6. 6

    Ecco li Cate, se parli di una cosa così seria come l’immigrazione scateni subito un putiferio… In realtà hai detto cose più che giuste … Poi è ovvio che il bene ed il male stanno dappertutto. Lo sentiamo tutti i giorni al telegiornale. Vale per tutti purtroppo… Un bacione a te, al tuo piccolo ed alla vostra tata! Roberta

  7. 7

    ciao Caterina
    il messaggio che tu hai lanciato (di non poche polemiche)
    e’ bellissimo, la famiglia e’ la nostra roccia e accudirla con amore e’ fondamentale, se poi ci sono persone oneste e con cuore sincero che ci aiutano e’ una vera fortuna e un tesoro prezioso da non perdere…a volte ci scordiamo che anche noi italiani siamo state tate e badanti ad esempio negli usa nel 900 spesso umiliati e trattati male…ancora oggi in alcuni paesi non siamo ben visti…anzi i pregiudizi sono veramente duri a morire…non sto dicendo di accogliere tutto e tutti a braccia aperte…ma di valutare bene e con rispetto chi sta davanti a noi e se ci sono delle mancanze prendere i dovuti provvedimenti…purtroppo il male, la povertà
    , ambienti particolarmente disagiate dove le persone sono cresciute con il puro scopo di sopravvivere…le rende da un lato pericolose…perché
    c’e chi si e’ insensibilizzato e ci vede come polli da spennare ( anche persone italiane vedono i loro concittadini in questo modo) e da queste persone ci si deve proteggere…ma ci sono anche quelle persone che si hanno bisogno per la loro famiglia ma danno anche il cuore per chi lavorano perché rispettate e perché come tutti gli umani hanno un cuore e provano sentimenti…questo mondo e’ difficile e non si sa più di chi fidarsi…perciò cerchiamo sempre di valutare chi si ha davanti, ascoltare i buoni consigli di chi ci vuole bene e perché no…ascoltare anche il proprio istinto…

  8. 8

    Innanzitutto complimenti per il tuo bimbo, molto intelligente. Anche lui tratta la sua tata come una di famiglia dal gioco che fa, questo perche ‘ sente che gli vuole davvero bene. E’ una brava persona la Benita, non sono però tutte uguali, hai regione bisogna stare attenti a chi lasci i propri bambini, ma anche una persona anziana, quante se ne sentono…
    neanche io ho avuto una tata ne i miei nipoti, siamo una famiglia grande e chi è più libero al momento pensa ai più piccoli.
    Un bacio Caterina, sto guardando Detto Fatto.
    Ciao ti adoro tanto

  9. 9
  10. 10

    Se fossimo altruisti dovremmo sperare che ognuno rimanga nel proprio paese natale accanto ai propri mariti a seguire ogni progresso dei propri figli affinche questi nel tempo ancora riconoscano il genitore!!! Ma finche ci sarà una mal distribuzione delle ricchezze tra politica chiesa e personaggi pubblici…la povertà porterà questi poveretti a sacrificare buona parte della loro esistenza lontani dal quel focolare domestico che noi privilegiati abbiamo avuto…facendo dei loro sorrisi in famiglie estranee solo una parvenza, una facciata….mi vergogno spesso di essere italiana quando incontro molte badanti esaurite o depresse perche da troppo tempo senza avere neanche un giorno libero e nn venendo neanche pagate il doppio nei giorni festivi!!!!inorridisco…e vorrei nn vederlr soffrire e soprattutto inaridire nel nostro paese….egoisticamente certo che ci fanno comodo…diventano parte della nostra valigia…

  11. 11
  12. 12

    Ciao Caterina anch io come te …ho tutti lontano per amore…. e sono rientrata a lavorare a novembre pieno ritmo ,
    nuovo posto e senza allattamento ( un diritto non un obbligo di legge!) ma era talmente il mio sogno tornare a lavorare in quel settore eh così ho una tata anch io filippina bravissima … Un po sto male quando la mia bimba vuole stare con la tata più che con me …ma almeno mi rincuoro e so che la tratta e le vuole super bene
    Un bacio grande Giorgia

  13. 13

    sono d’accordo….se non vi sta bene quello che scrive o pensa, ma perchè leggete il suo blog….ognuno ha le sue esperienze, il suo modo di pensare e vivere la vita…

  14. 14

    Annie, e anche elena_Pi
    Io non leggo il blog della Caterina Baliv per piacere, ma per l’obligo. Sono fortemente convinta che qualcuno deve correggere alcuni dei suoi innumerevoli errori e sopratutto segnalare quando lei promuove i comportamenti e le ideee pericolose.

  15. 15

    Una si apre a voi così. . Condivide parte di se stessa e della propria famiglia. . Aspetti intimi e delicati… e voi la spulciate ed attaccate per ogni virgola ?? Ma porca paletta .. quanta cattiveria e tempo da perdere!

  16. 16

    Anna,
    Mi dispiace che Tu non riesca a capire quante volte Caterina Balivo ha contribuito a promuovere i comoprtamenti sbagliati e perfino pericolosi, Anche ultimamente quando invece di condannare il burqua, lo ha dimostrato come elemento di cultura/religione da rispettare. ??? Rispettando il burqua, come l’elemento di cultura altrui diventiamo i complici dei aguzzini di tutte quelle donne rinchiuse nei prigioni portatili chiamati burqua. :(

  17. 17
  18. 18
  19. 19

    Una che dice di seguire un blog per obbligo e non per piacere è proprio una poveretta e invece di elevarti a
    ” salvatrice dell’ umanità” impegna il tuo tempo con un corso di grammatica.

  20. 20

    CIAO, MA PERCHè DOVETE SEMPRE CRITICARE QUELLO CHE DICE CATERINA? PURTROPPO CATERINA VORREBBE STARE SEMPRE CON SUO FIGLIO PERò DATO CHE OGNI GIORNO FA IL PROGRAMMA DETTO FATTO NON RIESCE MAI A STARE CON LUI, MA SOLO DURANTE IL WEEKEND PERCIò METTONO LA TATA. CIAO CATERINA SONO UN TUO FAN è TI VEDO SEMPRE A DETTO FATTO.

  21. 21

    So e Sonia,
    Mi inorgoglisce il fatto che voi non vi siete rese conto che… io non fossi Italiana, Il mio Italiano e’ il risultato dello studio (4 anni nel liceo – 3×45 minuti la settimana) e all’universita’ (2 anni: 120 minuti la settimana). Tutto il resto l’ho imparato e continuo ad imparare da sola! Sono curiosa sapere il vostro livello di conoscenza delle lingue straniere…

  22. 22

    Weronika,
    È il suo blog, è una sua opinione e non è così ipocrita e perbenista, evidentemente, da nasconderlo. Parli di rispetto, inizia a darlo. Non condividi, ti offendono questi contenuti? Il web è libero e saturo di infinite alternative: leggi altro con serenità. Benvenuta anche a te nel nostro Paese dove accettiamo tutto e tutti, gioie e dolori. Non è detto che sia giusto, forse, ma non sta a me dirlo, ma è il vantaggio per cui molti stranieri sono qui e non altrove.. e ben venga! Nel rispetto l’uno degli altri.
    Detto ciò volevi conoscere il mio livello di istruzione : sono laureata, faccio l’interprete e parlo fluentemente inglese, francese, tedesco e russo.
    Godiamoci il blog con leggerezza va !

  23. 23

    Anna,
    Se uno dice o scrive le cose pericolose, queste non devono rimanere senza commento! Io sono una persona libera, e ho il diritto di scrivere la mia opinione. Tengo anche a precisare che io non abito in Italia. Sinceramente adesso, avrei anche un’po’ paura…

  24. 24
  25. 25

    Brava weeonika sei così simpatica che potresti ritornare nel tuo paese e non spaccare le cosiddette a chi magari legge le cose per svago … Fammi io piacere il mondo va avanti snche senza delle iene come te !

  26. 26

    So
    Ma come posso ritornare nel mio paese, se mi trovo in esso???
    Evvidentemente hai deciso di scrivermi, criticarmi e insultarmi, senza neanche aver letto quello che avevo scritto prima!!!
    Invece di essere simpatica, preferisco essere attenta, giusta, informata e responsabile.

  27. 27

    io credo che ognuno ha la propria testa per capire quali sono i comportamenti corretti da adottare con le persone con cui ci relazioniamo…le persone del mondo dello spettacolo come Caterina, cercano di sensibilizzassi al dialogo tra noi italiani e il “resto delle persone” nel mondo perciò giustamente mettono in evidenza esempi positivi, direi che data la situazione tragica in cui versa il nostro paese e le brutte cose che accadono tutti i gg non e’ il caso che aizzino le persone ad odiare…leggere il blog e’ un modo per rilassassi leggere articoli interessanti e perché no scambiarsi commenti…in leggerezza senza calcare su argomenti troppo spinosi

  28. 28

    Secondo me qui tutti possono e devono scrivere la propria opinione, senza esser x questo attaccati. Siete noiosi voi che bacchettate chi semplicemente ha il coraggio di esternare il proprio pensiero. Che c’è di male se talvolta si è d’accordo e in altre occasioni no? Il confronto fa crescere….

  29. 29

    X quanto mi riguarda pens9 che alcune volte si scrivano certe cose solo x tentar dii apparire virtuose e buone anche quando la realtà è invece differente e prime o poi lo si comprende…e a me non piace la finzione, né tantomeno l’ipocrisia. … W la sincerità e w chi ha 1propria personalita, ci vuol davvero coraggio ad andar contro corrente talvolta e tanta fatica in piu…..

  30. 30

    X quanto mi riguarda pens9 che alcune volte si scrivano certe cose solo x tentar dii apparire virtuose e buone anche quando la realtà è invece differente e prime o poi lo si comprende…e a me non piace la finzione, né tantomeno l’ipocrisia. … W la sincerità e w chi ha 1 1propria personalita, ci vuol davvero coraggio ad andar contro corrente talvolta e tanta fatica in piu…..E no… non è assolutamente vero che ognuno ragiona con la propria testa, magari! ! Quanti guai si eviterebbero…

  31. 31
  32. 32

    Io sono x la libertà di pensiero e tutti noi x me possiamo dire se concordiamo su quanto scritto su qst blog o altrove. Veramente credo possa solo esser positivo qst atteggiamento e se talvolta non si è d’accordo non vuol dire mica che si è invidiosi,pazze etc, troppo semplice uscirsene così..:) Non so se ho scritto granché perché e la prima volta che commento qst blog, perdonate eventuali errori :) Felice serata a tutti.

  33. 33
  34. 34
  35. 35
  36. 36
  37. 37
  38. 38

    E qui vale tutto ed il contrario di tutto.. nessuno di noi ha detto a nessuno di voi che se non abbiamo la stessa opinione siete voi coloro che non usate la testa… è questa la vostra libertà? Complimenti! Abbiamo visioni differenti il rispetto parte da qui.. il dire che gli altri non pensino è un mancanza di tale rispetto per cui non vale la pena più discutere. Che tristezza !

  39. 39

    No cara Anna, forse non hai letto bene. .. ho semplicemente detto che ci s9no persone che si fanno condizionare, e ciò può avvenire x svariati motivi, x esempio x la giovane età o anche x scarsa personalità, ma ovviamente mica tutti non pensano!!! Ma ci mancherebbe! MAI detto qst… E che tristezza che si voglia x forza capir male. Ciao ragazze pensanti. Un bacio e buon weekend :)

  40. 40
  41. 41

    Bel pensiero Cate… Guido Alberto è già un bimbo molto sveglio e tu sei una mamma davvero stupenda!! :)
    Comunque volevo farti TANTISSIMI AUGURI DI BUON COMPLEANNO!!!! :D Te li ho fatti su tutti i social e il tuo blog non poteva mancare! ;)
    Goditi questa bella giornata!!
    Ti voglio tanto bene!!!! Un bacio!!!! :)

  42. 42

    Ciao Caterina…mi scuso per l’acidità del commento lasciato a corredo del post di Sanremo, non ho ancora capito che sui blog si scrive come si parla. Persone come Benita ci fanno capire che siamo fortunate a vivere con accanto i nostri piccolini. Buon fine settimana

  43. 43

    Anna, Se analizzassi tutti i miei commenti degli ultimi 2-3 anni su questo blog, vedresti in quali situazioni intervenivo. Criticavo o chiedevo spiegazioni (pratticamente mia ricevute) solo se vedevo incongruenze ai limiti delle bugie da parte di Caterina, o comportamenti pericolosi. Non e’ colpa mia se Caterina cosi spesso dimostra la sua ignorazna, che e’ la base di quasi tutte queste situazioni. A volte mi meraviglio io, come mai questo e’ possibile? Cosi spesso, quassi su ogni passo? Quando si tratta di qualcosa innocuo non scrivo. Intervenisco solo quando vedo qualcosa veramente pericoloso! Per prendere solo l’ultimo esempio: non vedere niente di male, non condannare il burqua, anzi dimostrarlo come elemenot do tradizione/cultura/religione da rispettare – non e’ l’opinione! E’ un crimine contro la meta’ dell’umanita’!

  44. 44

    “Buon Compleanno!!!”, cantiamo a te, carissima Caterina. Think pink, stay as you are, I love your fascinating sorriso.
    Tanti auguri di cuore da Rudi da Berlino

  45. 45

    Weronika cara…non essere così acida nei confronti di Caterina. …state sempre li a cercare il pelo nell uovo…. :'( che tristezza! È una persona umana….e di conseguenza ha un suo pensiero! Se a te non piace non puoi condannarla …siamo in democrazia! Visto che dici di non essereItaliana di dove sei?

  46. 46

    marycry,
    Mi dispiace, ma quello che dici non abbia il minimo senso. Proprio perche’ siamo in democrazia io ho il diritto (e io penso anche il dovere) di segnalare e protestate contro le cose che ritengo ingiuste o pericolose. Hai mai sentito della parresia.
    Io sono Polacca, di Cracovia.

  47. 47

    Esatto, brava! È un controsenso affermare che siamo in democrazia e poi non poter esprimere il proprio parere visto che è possibile commentare. Ma fanno tutti gli avv qui? Io il mio di parere nemmeno l’ho esternato, ma semplicemente davvero non posso credere, mi infastidisce non poco, che chi non fa sviolinate debba esser etichettato necessariamente cm pazzo e stupido, senza neppure tentare di leggere cosa dice, e ammettere che magari in alcuni casi (seenza voler esagerare) ha pure ragione…

  48. 48

    Grazie Barby,
    Aprezzo tanto le tue parole. Sono contenta che prima di scrivere – pensi, invece di limitarsi di fronte a una critica scomoda a: bloccare – come fa Caterina Balivo, offendere come fa Caterina Balivo ( e le sue seguaci), ignorare come fa Caterina Balivo. Caterina Balivo, come ha rivelato il suo marito non legge. Del resto per capirlo non c’era neanche bisogno che lui lo rivelasse – si capisce appena apre la bocca o scrive qualcosa. E’ ovvio che una persona cosi, per forza non sa molte cose. E proprio quello “non sapere” e’ il problema! Quando non sai e non vuoi sapere certo vivi in una maniera piu’ spensierata, ma corri il rischio di commettere gli errori, di stare dalla parte sbagliata, di analizzare male quello che ti scuccede attorno. Ricordo molto bene quando ancora qualche tempo fa Caterina Balivo e’ riuscita a vedere dal vivo tutta la partita di tennis di Victoria Azarenka per poi … chiamarla Russa!!!??? Per tanti voi – Italiani questo e’ una cosa di poca o nulla importanza: Russa, Bielorussa, Ucraina, Lituana, Letttone – che differenza c’e’? Io personalmente in Italia tante volte mi sono indignata sentento gli Italiani parlare di Cecoslovacchia… 20 anni dopo la divisione! O sentire sempre parlare della Polonia come un paese dell’Est Europa ??? Se volete sapere il centro geografico dell’Europa si trova proprio nel centro della Polonia, Trovarsi piu’ in centro dell’Europa non si puo’! E adesso una cosa che sicuramente vi lasciera’ perplessi: vi rendete conto che per esempio Bari (non parlando di Otranto) e’ piu’ esposto all’Est di quanto lo e’ per esempio il polacco Szczecin? Allora smettete chiamare Polonia un paese dell’Est. E smettete anche usare la parola “slavi” sopratutto che come sento in Italia viene usata per chiamare i Rumeni o i Rom Rumeni. mentre ne Rom Rumeni, ne Rumeni sono Slavi!!! Rumeni etnicamente sono decisamente piu’ vicini agli Italiani che ai Polacchi, Cechi o Slovacchi che si sono i veri Slavi! Analizzate in quale gruppo delle lingue appartengono rumeno e italiano – alla stessa! Ma per sapere queste cose bisogna ponersi le domane, aprire qualche libro, aprire la cartina geografica! Proprio ieri mi sono imbattuta su un’interesantissimo testo di Beppe Severgnini: http://italians.corriere.it/2015/02/19/una-generazione-poco-geografica/
    nel quale segnala che non sapere alcune cose (in quel caso di geografia) e’ pericoloso! Se non distingui tra Rusisa e Bielorussa, quando quel primo paese invadera’ il secondo per voi sara’ come se niente fosse! Tanto Russia, Bielorussia – non e’ lo stesso? NO!!! Aha… Non so se vi siete resi conto? Questo e’ gia’ successo! In Ucraina pero’. La prossima puo essere la Lettonia… E dopo…

  49. 49

    Caterina, ma non ti fa ridere leggere tutti questi commenti di gente che fa a botte per te??? hahahahahah!
    Brava Caterina, mi piace il tuo intervento sulle tate, perchè è positivo e spondaneo: delle acidità ne abbiamo abbastanza! ;P

  50. 50

    Caterina Balivo, Vedo che il mio l;ultimo commento e’ stato bloccato (your commenti is awaiting moderation). Potrei saperne il motivo. Che cosa di quello che ho scritto non e’ vero. Ricorda che una condutrice e’ veritiera solo se accetta le critiche e le mie critiche certo – sono acute, precise, ma mai volgari, allora non c’e’ la scusa per bloccarle.

  51. 51
  52. 52

    Non farei mai a botte figuriamoci, x nessuno. Io come altre ragazze con profili veri….abbiamo semplice mente affermato che è giusto dire la nostra opinione, con rispetto x carità, ma reciproco… che male c’è se una dice che non è d’accordo su qualcosa? C9n garbo, ripeto. .. Poco fa ho ascoltato un programma in cui si evidenziavano ad es tanti crimini commessi qui in Italia in nome della “religione”….che qui in Italia rispettiamo eccome i credo religiosi degli stranieri, ma se andiamo noi in altri Paesi troppo spesso invece non è così… Io mai prima avevo espresso la mia opinione, ma solo insistito sul fatto che sia giusto esternare la propria opinione e n9n comportarsi cm pecore di un gregge. Io stessa, molto spesso ho elargito complimenti all’autrice del bl9g, ma non vedo nulla di male se talvolta qualcuno non è d’accordo e rispettosamente lo fa presente. Ma il rispetto dev’essere reciproco… Grazie. Buonissima giornata a tutti… :)

  53. 53
  54. 54

    Ma perché ce l’avete tanto con qst Veronika? Io non ho letto tutti i suoi commenti, non ne ho il tempo, ma alcune cose che scrive s9no giuste, magari ci mette troppa passione, ma da cm ho letto è straniera, forse troverà anche qualche piccola difficoltà nella lingua, essendo l’italiano una lingua molto difficile e beata lei che conosce e scrive cnq abbastanza bene in una lingua che non è la sua. Secondo me se l’attaccate così tanto srnza nemmeno cercare di capire cosa vuol dire, tentando di ccomprendere il suo punto di vista, è peggio. Si parla di rispettare 1 religione diversa, nonostante ciò abbia provocato addirittura dei morti….. e allora perché non si può capire un punto di vista differente?

  55. 55

    @Barby: il fatto è che ho notato che tutti i commenti che fa a quasi tutti i post di Caterina sono di critica, allora io vedo un certo accanimento nei confronti di Caterina senza contare che a volte critica e commenta in modo negativo l’Italia. Quindi io non capisco che senso ha seguire il blog di una persona (famosa o non famosa) per criticarla e basta. Mi ricorda molto le compagne di classe invidiose che spiavano sapevano tutto di un persona ma la criticavano e basta, per pura invidia. Tu chiedi “perché non capire il punto di vista differente? ” ecco io girerei la domanda a lei. Se vuoi farti un idea dei suoi toni educati va a rivederti il suo commento al post in cui Caterina parlava dei centrifugati per i più piccoli e Weronica le dava dell’ignorante! e ne ho preso uno a caso.

  56. 56

    Barby,
    Aprezzo tanto le tue parole. Sono contenta che prima di scrivere – pensi, invece di limitarsi davanti a una critica scomoda a: bloccare, ignorare o perfino offendere (come fa Caterina Balivo). Caterina Balivo, come ha rivelato il suo marito – non legge. Del resto per caprlo non c’era neanche il bisogno che lui lo rivelasse. Si capisce appena apre la bocca o scrive qualcosa. E’ ovvio che una persona cosi per forza non są molte cose. E proprio quel „non sapere” e’ il problema! Quando non sai e non vuoi sapere – certo, vivi in una maniera piu’ spensierata, ma corri il rischio di commettere molti errori, di stare dalla parte sbagliata, di analizzare male quello che ti succede attorno. Ricordo molto bene quando qualche tempo fa Caterina Balivo e’ riuscita a vedere dal vivo tutta la partita di tennis di Victoria Azarenka per poi chiamarla… Russa???!!! Per tanti voi – questa e’ una cosa di poca o nulla importanza: Russa, Bielorussa, Ucraina, Lettone, Lituana – che differenza c’e’? Io personalmente tante volte mi sono meravigliata e indignata sentendo dire di Cecoslovacchia… 20 anni dopo la divisione!!! O sentire della Polonia come un paese dell’Est Europa???!!! Se volete sapere il centro geografico dell’Europa si trova proprio nel centro della Polonia – piu’ centrali non si puo’ essere! Ed adesso una cosa che sicuramente vi lasciera’ perplessi: Vi rendete conto che per esempio Bari )non parlando di Otranto) e’ piu’ esposta all’Est di quanto lo e’ per esempio il polacco Szczecin??? Aprite la cartina geografica per controlarlo. Allora smettete di chiamare Polonia – il paese dell’Est!
    E smettere di usare la parola „Slavi”, sopratutto perche’ come sento in Italia viene usata per descivere i Rumeni, o i Rom Rumeni, mentre ne uni, ne altri sono Slavi!!! I Rumeni etnicamente sono piu’ vicini agli Italiani che ai Polacchi. Cechi o Slovacchi che si – sono i veri Slavi. Analizzate nel quale gruppo delle lingue appartengono l’italiano e rumeno – alla stessa! Ma per sapere queste cosa bisogna ponersi le domande, aprire qualche libro, aprire la cartina geografica! Qualche giorno fa mi sono imbattuta su un interesantissmo testo di Beppe Severgnini (lo troverete su Corriere della Sera sotto il titolo: Una generazione poco geografica), nel quale segnala che non sapere alcune cose (in quel caso di geografia) e’ pericoloso. Se non distingui tra Russia e Bielorussia (come fa Caterina Balivo pur studiando alla facolta’ delle relazioni internazionali???!!!), quando quel primo paese invadera’ il secondo, per voi sara’ come se niente fosse! Tanto Russia e Bielorussia – non e’ lo stesso? NO!!! Aha! Non so se vi siete resi conto? Questo e’ gia’ successo! In Ucraina pero. La prossima puo’ essere la Lettonia. E dopo…

  57. 57

    Chissa perche Caterina non risponde mai a veronika!!! Dovesse veronika diventare famosa ???!!!….:)….forse perche e troppo complicato risponderle vista la alta cultura!!! Io all incirca ho una cultura tipo quella di caterina ahimè!!! Ma perche faccio uno sforzo enorme a leggere pero ognuno alla fine é libero di dare spazio ai propri pensieri…quindi ben vengano tutti i commenti al di fuori di quelli offensivi non costruttivi!!!pero mi vanto di parlare diverse lingue almeno quello….tra cui il rumeno..e posso dire che la grammatica e complicata come quella italiana essendo ambedue latine.almeno questo lo so!!! Buona giornata alle acculturate e anche alle non!! Ciaoooo…..

  58. 58
  59. 59
  60. 60

    Maria,
    Io accetto anche di provenire dal “terzo mondo”, pur di potrmi vantare di essere la connazionale di Copernico! :)
    Ma se si tratta del “terzo mondo” perche’ a Cracovia ogni giorno atterra piu’ di un’aero pieno degli Italiani che si vogliono stabilire qui???

  61. 61

    Veronika sei molte cara ed intelligente. .. Purtroppo, a volte, (e lo dico spesso anche x me… ) l’intelligenza , l’introspezione, la personalità, sembra ke oggi ci penalizzino quasi, in un mondo così mediocre…invece di elevarci

  62. 62

    Tu sei del terzo mondo … non il tuo paese o COPERNICO . Offendi gratuitamente . La tua opinione è giusta secondo te??? Ma chi credi di essere .depositaria della verità? ??? Cerca di stare più calma. Peace And love

  63. 63

    Maria,
    A un persona che offende come te non dovrei neanche rispondere… Io non offendo gratuitamente. Lo fate tu e Caterina Balivo per esempio quando ha chiamato il suo collega della scuola ” il mostriciattolo” Perche’ fare una cosa del genere? Perche’umiliare cosi le persone? Quello si, che e’ offendere gratuitamente.
    Mentre io segnalo sole gli errori, pericolosa l’ignoranza, le incongruenze e bugie.
    Barby,
    Grazie per il sostegno! :)

  64. 64

    Barby,
    Penso che purtoppo tu abbia ragione. I’inteligenza, la capacita’ di analizzare, lo scetticismo vengano spesso attacate. E chi le attaccano sono sopratutto le persone senza la coscienza a posto. Che sanno che se uno sa analizzare i fatti, scovera’ le incongruenze tra quello che fanno e quello che dicono. Quando analizzo le reazioni delle fan di Caterina Balivo spesso mi meraviglio perche’ vedo che tante di loro commentano ogni post, ogni foto come estratte dal contesto. Come se non ricordassero niente dei post o delle foto precedenti??? Invece tutto dovrebbe essere analizzato complessivamente, ricordando cosa e’ successo prima, cosa e’ stato detto prima, Cosi forse si sarebbero accorte di tante cose che non quadrano…
    Lo attesta per esempio il caso di una intervista per CHI del Novembre 2013, nel quale Balivo ha detto “La notte ci sono solo io per lui, in 18 mesi non ci sono mai mancata”. Perche’ scrivere queste bugie se tutti sapiamo che Balivo e’ andata con marito, ma senza figlio (lasciato dai nonni ad Aversa) in Kenya???
    Io tengo a sottolineare che non critico la sua azione di andare per le breve vacanze senza figlio. Anzi – lo retengo giusto, Se il bambino rimane cone le persone affidabili, come in quel caso. Ma perche’ non dire la verita’? Sopratutto se esistono le prove? Immaginiamo una giovane mamma che non segue Balivo regolarmente, ma le succede di leggere questa intervista. Se questa donna e’ andata a fare le breve vacanze senza figlio, e non e’ sicura se ha fatto bene o male, dopo aver letto quela bugiarda intervista si sentira’ sicuramente in colpa. Pensera’ se Balivo lavorando in TV non si e’ permessa di lasciare il figlio neanche per una notte, perche’ l’ho fatta io? Solo che non sapara’ che Balivo mente e si contradice in continuazione e le sue parole non hanno nessuna veridicita’… :(
    Balivo se pensi che per risolvere il tuo problema basta di nuovo chiamarmi stupida stai sbagliando.

  65. 65

    Veronika cara, sn d’accordo con te.E in generale, x quanto riguarda tutti la penso così…E anzi, credo che un personaggio pubblico debba star ancor più attento a ciò che dice, in quanto ha un seguito molto più vasto di una persona comune, e anche se 1 cosa nn viene detta in cattiva fede, bisogna prestarvi molta più attenzione…

  66. 66

    Barby,
    Sono d’accordo in 100%! I personaggi pubblici dovrebbero presentare i comportamenti piu’ responsabili. Sopratutto quando conducono il programma con i consigli… Una persona cosi non si potrebbe permettere cosi tanti errori, comportamenti e opinioni sbagliati, E sopartutto non dovrebbe presentare cosi tante lacune nella cultura generale. Alcuni casi erano di un veramente estremo pericolo! Ricordate quando Balivo promuoveva i parti a casa? O quando faceva la pubblicita’ di fish pedicure – una prattica tanto pericolosa, che perfino vietata dalla legge in diversi paesi? O anche adesso – veniamo di sapere che lei e altre persone della sua famiglia sono portatori di herpes e lei baccia in bocca il bambino!

Add Comment Register



Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>