Buon San Valentino a tutti!

edit

Febbraio è il mese di San Valentino e io questo mese voglio parlare d’amore. Poco tempo fa, mi sono trovata nella Sala del Tricolore del comune di Reggio Emilia per un’occasione davvero importante: un bellissimo matrimonio. Qualcuno lo definirebbe un matrimonio speciale, perché a sposarsi era un caro amico di mio marito, che è stato suo testimone di nozze, con il suo compagno. Anche secondo me è stato un giorno speciale, non perché a sposarsi sono stati due uomini, ma perché mi sono commossa tantissimo. Eravamo solo in sei in quella stupenda sala, dove alla fine del Settecento nacque la bandiera italiana, e proprio lì, in quel luogo così pieno di significati per il nostro Paese, ho avuto la fortuna di assistere alla nascita di una promessa tanto bella quanto travagliata: dopo anni e anni d’amore, c’è stato il giusto riconoscimento di un’unione che già era tale.
Prima del maggio 2016, ovvero prima che il decreto legge sulle unioni civili ottenesse il sì definitivo alla Camera, questo non sarebbe stato possibile. E io mi chiedo perché: perché il riconoscimento di un rapporto d’amore dovrebbe dare fastidio a qualcuno? Perché se ne è discusso e se ne discute ancora tanto? Stiamo parlando di uomini o donne che vogliono soltanto poter vivere liberamente e dignitosamente la propria vita affettiva. Per me non ci sono pro e contro: la questione è tra civiltà e inciviltà. Ed è una cosa talmente “normale” che non se ne dovrebbe nemmeno discutere. L’amore, per me, non può essere “contro natura”, perché è la natura che fa innamorare due uomini o due donne. E penso anche che sarebbe bello se tutti potessero manifestare liberamente, per strada, il proprio affetto: quando io ho voglia di baciare mio marito lo faccio… e anche due uomini o due donne dovrebbero poterlo fare senza che qualcuno li “guardi storto”. Se io vedessi due uomini che si baciano per strada e fossi insieme a mio figlio, sarebbe un’occasione per cominciare a spiegargli che l’amore non ha confini sessuali. E sono davvero felice che la legge abbia finalmente consentito le unioni civili: senza saremmo stati davvero uno stato “incivile”.
Le coppie gay che chiedono di vedere riconosciuta la propria unione ora possono farlo. La loro è stata una conquista in nome dell’amore… e che c’è di male ad amarsi?
Buon San Valentino a tutti! Davvero a TUTTI!

Copertina febbraio-2

You May Also Like

Add Comment Register



Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>