MOMENTI DI RELAX 2 LA VENDETTA

11112012_1

Da vicino Burj Khalifa è impressionante, andare alla lounge del At.mosphere è pazzesco, non per il posto, ne per la vista del 122esimo piano, ma per i controlli che devi superare non ultimo l’approvazione delle scarpe che porti. Infatti il dress code è casual elegant, e i modelli tipo Hogan sono banditi!

Il Budda Bar anche qui è carino… Certo a New York è più imponente. Non ho mai visto, invece, quello di Parigi.

Qui sei sicuro che non piove mai… Be’ se succede un po’ sfigato sei!
Ps io ho usato protezione 30 ovunque!

La quantità di fiori e le varie composizioni sono pazzesche!

:viamo:

Share This Story

LIFESTYLE

You May Also Like

  • LIFESTYLE

    #ANataleSorridoPerché

  • LIFESTYLE

    LIKE A DIVA!!!

  • LIFESTYLE

    MRS GREY

  • LIFESTYLE

    Christmas is coming!

  • LIFESTYLE

    Selfieeeee

  • LIFESTYLE

    Come un boss

22 Comments

  1. 1

    Vedete? Avevo ragione… E’ Dubai! Il paradiso per ricchi costruito con la sangue dei poveri lavoratori di Pakistan, Bangladesh, Fillipine… che nei loro paesi vengono raggirati con le promesse dei buoni salari e quando arrivano in Dubai li si confisca i passaporti, lavorano come bestie, abitano direttamente nei cantieri dove lavorano (cosi non si fanno vedere in giro e non deturpano la finta perfezione del paese risparmiano i sensi di colpa a quei pochi che forse vedendoli li sentirebbe). Tanti di loro muoiono o per la colpa del lavoro massacrante e gli incidenti nei cantieri o addirittura uccissi se hanno ossato di protestare. Una volta ho sentito che “la grande muraglia cinese per il numero dei lavoratori morti durante la sua costruzione potrebbe essere chiamata il cimitero piu’ lungo del mondo” parafrasando questa frase si potrebbe dire che Burj Khalifa e’ il cimiteri piu’ alto del mondo…

  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7

    Nessuno si fa qualche domanda dopo aver letto il primo commento? io me la farei… specie se fossi là in vacanza e qulacuno richiamasse l’attenzione su aspetti un pelo più profondi… come in questo caso

  8. 8

    Non ci sono dubbi Chiara, però occhio che nel post precedente la stesse persona cazziava l’universo dicendo che noi italiani siamo degli asini dato che non riconosciamo uno dei luoghi più caratteristici del mondo…Pure lei è ha le idee un po’ confuse, dato che parla di un paradiso artificiale (artificiale sotto ogni aspetto!).

  9. 9

    Grazie Chiara per la tua reazione. Si – il problema dell’inimmaginabile sfruttamento dei lavoratori stranieri in Dubai e’ serissimo! Purtoppo e’ comodo tacerne – quello di cui non si parla turba meno la nostra coscienza. E’ invece besterebbe boicottare quel paese non andandoli. Ma per questo ci vuole molta coscienza, disciplina e solidarieta’. Grazie ancora una volta – aprezzo molto il fatto che hai letto il mio commento e mi hai risposto – purtoppo su forum di questa pagina quello succede molto raramente – non mi ha mai risposto neache Caterina Balivo, anche se ogni volta quando ho scritto qualcosa erano sempre da mia parte i commenti seri, precisi e purtroppo spesso collegati con le incongruezne che ho riscontrato nei suoi post. Senza risposta da sua parte le incongruenze sono rimaste inspiegate e cosi la pagina e la stessa Caterina Baliva hanno perso la credibilita’.

  10. 10
  11. 11

    Mich, Sopratutto tengo a precisare che io non ho mai usato (a differenza di Te) le parole volagari per deridere l’ignoraza degli alcuni Italiani. Invece sei stato Tu a usare le parole “cazziare” e “ssini”. Io finora non ho mai chiamato nessuno con quell’ appellativo allora non melo mettere nella bocca. La mia opinione negativa del livello dell’educazione generale degli alcuni Italiani la confermo pero’ e non lo faccio con nessun piacere, anzi lo faccio con il grande rammarico visto che Italia e’ un paese che amo e mi discpiace ogni volta quando vedo che i suoi cittadini si allontanano sempre di piu’ dai loro grandi predecessori. Mich, Hai scritto che ho “le idee confuse” perche’ descivendo Dubai ho usato la parola “paradiso”. Preciso allora che la parola “paradiso” l’ho usato non intendendo il paradiso sensu stricto, il paradiso come lo immaginerei e vorrei io, ma come una banalita, un’po’ come “il Paese dei balocchi”, il parco del divertimento… Mich, hai anche scritto che anche noi i Polonia abbiamo “la geografia un’po’ discutibile” – che cosa intendevi di dire, perche’ non ho capito queste tue parole?

  12. 12

    cioa Cate bello sapere che sei stata n vacanza ed hai staccato dal trebd Milanese ,farebbe bene a tutti noi staccare un po’ma la momento cio’ che stacco sono solo le ricevute allegate alle bollette di casina!arriveranno tempi migliori..chissà!!!chi lo sa chi lo sa…diceva una vecchia canzone.il commento in merito alla situazione di Dubai non la conoscevo ed è sempre utile venire a conoscenza di cio’che su questo pazzo mondo accade,io non ci son mai stata e credo allora di contribuire alla NON CONTRIBUIRE che altri scempi cosi si compiano almeno in quel posto!io preferisco PARIGI a tutto!!di sicuro ogni angolo della terra ha le sue bellezze scoprire cio’che dietro pero’non ci capita di capirlo questo è da ammettere,andarci una volta nella vita manco dovrebbe pero’arrecare danno allo stesso tempo.buona settimana

  13. 13

    adesso che ho fatto una miriade di errori accendo la luce una volta tanto per guardare sulla tastiera mentre digito..come email in camera oscura non è male…qualcosa si è capito ahah ciao FAMIGLIOLA

  14. 14

    Ciao Cate!!Sono contenta che sei stata in vacanza…..ogni tanto ci vogliono un po’ di giorni in relax per staccare dal quotidiano!!Io adoro viaggiare ma devo ammettere che Dubai non mi attira molto perché mi sa di finto e costruito!!Sei in super forma!!Baci

  15. 15

    Cara Weeonika hai ragione, io.son rimasta sconvolta da alcuni racconti… L’unica cosa che noi possiamo fare e’ rispettare sempre tutti e appena possibile denunciare quanto accade come hai fatto tu nel tuo piccolo sul blog.
    Non sarebbe essere una soluzione, nel mio caso il mio compagno gli tocca per lavoro, così come l’Oman. [io quando posso lo accompagno. Weronika ha scritto:
    * Vedete? Avevo ragione… E’ Dubai! Il paradiso per ricchi costruito con la sangue dei poveri lavoratori di Pakistan, Bangladesh, Fillipine… che nei loro paesi vengono raggirati con le promesse dei buoni salari e quando arrivano in Dubai li si confisca i passaporti, lavorano come bestie, abitano direttamente nei cantieri dove lavorano (cosi non si fanno vedere in giro e non deturpano la finta perfezione del paese risparmiano i sensi di colpa a quei pochi che forse vedendoli li sentirebbe). Tanti di loro muoiono o per la colpa del lavoro massacrante e gli incidenti nei cantieri o addirittura uccissi se hanno ossato di protestare. Una volta ho sentito che “la grande muraglia cinese per il numero dei lavoratori morti durante la sua costruzione potrebbe essere chiamata il cimitero piu’ lungo del mondo” parafrasando questa frase si potrebbe dire che Burj Khalifa e’ il cimiteri piu’ alto del mondo… *

  16. 16

    Cara Veronica, intanto ti preciso che le parole “cazziare” e “asini” per quanto magari eccessivamente colloquiali, non sono considerato volgari. Perlomeno non in un contesto informale come questo. Non ti ho messo in bocca parole, perchè ho espresso un mio pensiero, e credo fosse molto chiaro.
    Tu non hai parlato di “PARADISO” ma ti stavi chiedendo come possiamo non conoscere uno dei luoghi più caratteristici del mondo. In italiano caratteristico e paradiso non sono sinonimi. Quindi io ho ironizzato, dicendo che pure voi in Polonia (detto con simpatia, una delle mie migliori amiche è polacca!) avete una geografia approssimativa dato che vi insegnano che Dubai è uno dei luoghi più caratteristi del mondo. A me hanno parlato di Roma, delle Cliffs of Moher, della Muraglia Cinese, dei gheiser islandesi e per niente di Dubai, quando andavo a scuola. Altri tempi, per fortuna.
    Mi stupisce la tua acidità in ogni commento, forse è un problema di codici di comunicazione, però ti consiglio di lasciar perdere questo blog (che peraltro nulla da e nulla toglie all’umanità) e cercarti qualcosa da leggere che non ti costringa a brandire una spada ad ogni post.
    Il tutto detto, credimi, davvero, con molta simpatia.

  17. 17

    Cara Caterina,
    Grazie tante per la tua risposta – apprezzo molto il fatto che hai deciso di farlo. Il blog ha il senso solo quando c’e’ il dilogo tra il suo ideatore e quelli che lo visitano e ogni tanto considerano giusto scrivere i suoi pareri nei conftronti degli argomenti alzati. Altrimenti diventa inutile. Peggio ancora se il blog perde la sua credibilita’ quando per esempio nei due post appaiono le informazioni che sono contrarie e dopo quando i lettori ne chiedono la spiegazione non la ricevono… Perche fare una cosa del genere?

  18. 18

    Caro Mich, tutto indica che quello che ha le idee veramente confuse sei solo tu – prima mi rinfacci di usare la parola “paradiso” – quando io spiego in che senso l’ho usata scrivi che io non l’ho mai usata. Se cambi quello che scrivi per 180 grandi purtroppo non esiste il modo per risponderti… Non si ottiene ragione facendo confusione. Anzi, bisogna essere precisi e sopratutto coerenti – solo cosi si riesce a communicare quello che si pensa. Del sistema scolastico polacco non ti preoccupare – e’ molto efficiente. Io sopporto anche il fatto che hai scritto della “acidita” nei miei commenti – io preferisco scrivere commenti considerati da alcuni (secondo me esageratamente) acidi ma che sono in realta’ ragionevoli, pensati, basati su conoscenza delle cose e precisi… a differenza dei tuoi.

  19. 19

    Weronika ti ricopio i miei due commenti

    “…ammazza l’acido Weronika! però dai Dubai come paese più caratteristico del mondo…insomma pure in Polonia però avete una geografia un po’ discutibile ! Btw, take it easy, sometimes…”
    e
    “Non ci sono dubbi Chiara, però occhio che nel post precedente la stesse persona cazziava l’universo dicendo che noi italiani siamo degli asini dato che non riconosciamo uno dei luoghi più caratteristici del mondo…Pure lei è ha le idee un po’ confuse, dato che parla di un paradiso artificiale (artificiale sotto ogni aspetto!).”
    Quando dico parla di un paradiso artificiale intendo dire che descrivi quello che SECONDO ME e’ un paradiso artificiale mentre tu lo descrivi come un luogo molto caratteristico per poi declassarlo a “ORRORE ORRORE” (no, non hai usato queste parole riporto di nuovo un pensiero).
    Marò Weronika la difficoltà però nell’imbastire (significa tentare di impostare) una discussione con te….mi pare di sbattere contro un muro di gomma! Non siamo nemmeno arrivate a discutere di diversi punti di vista che già parliamo una di giacche e l’altra le risponde di pantaloni.
    Se sai tutto te fattele da sola ste discussioni, t’ho detto acida mica ignorante!

  20. 20
  21. 21

    Cara Mich,
    Raramente mi succede di incontrare una persona che si esprime in modo cosi confuso. Stai criticando le cose e anche le sole parole usate da qualcuno in discussione senza argomentare. L’esempio migliore di quella tua debolezza nel condurre la discussione e’ quando hai scritto “pure in Polonia avete una geografia un’po’ discutibile” – medaglia a chi riesce a capire cosa intendevi scivendo queste parole. Solo dopo la mia diretta domanda che cosa intendevi di dire mi hai risposto “avete una geografia approssimativa dato che vi insegnano che Dubai è uno dei luoghi più caratteristi del mondo”. E’ non e’??? Che luogo e’ caratteristo se non quello dove sta l’edificio piu’ alto del mondo??? Attaccare tutto il sistema scolastico di un paese perche’ insegna piu’ dei sistemi degli altri paesi e’ veramente assurdo e mi dispice tanto che non te ne rendi conto. Io non mi vergognero’ mai di sapere piu’ – sarebbe piu’ opportuno vergognarsi nella situazione opposta – quando non si sa qualcosa…
    Un’altra cosa stranissima che mi rimproveri e’ quando scrivi : “descrivi (Dubai) come un luogo molto caratteristico per poi declassarlo ad orrore”. Ma Tu non conosci il significato delle parole della tua lingua? Caratteristico puo’ essere sia perfetto sia orrendo. La Corea del Nord e’ un posto caratteristico ma e’ nello stesso tempo orrendo. Mi discpiace ma non si puo’ discutere con Te perche’ rispondendo non ricordi cosa ha scritto l’altra persona. Io ogni volta quando Ti ho risposto prima rilegevo tutti i tuoi post precedenti appunto per rispondere con la precisione e darti la possibilita’ di fare altrettanto, che Tu purtroppo non hai fatto esprimendoti in una maniera confusa. Se trovi la difficolta’ di ricordare contemporanneamente le cose/le parole di piu’ di un post puoi farti appunti e solo dopo costruire il tuo discorso.

  22. 22
Add Comment Register



Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>