Aperitivo al ME

E così cominciò il freddo vero a Milano… e allora che si fa? Si cercano nuovi posti che possano farti sentire a casa e dove puoi allontanarti dal frastuono della città che, come in piena estate, in pieno clima “polare” impazzisce e non vede l’ora di trovare un piccola oasi di relax lontata dal caotico trambusto di tutti i giorni.
Certo avrei avere più tempo ma è impossibile. Lavoro e i miei uomini assorbono tutto il mio tempo però ogni tanto ho bisogno di stare con la mia sorellina.
E allora? Ci siamo date appuntamento al ME Milan il Duca e ne abbiamo approfittato per conoscere Iacopo il mixologist della terrazza panoramica che si trova al decimo piano dell’hotel. Come sapete non amo particolarmente bere alcolici, seppur non disdegnando una birretta ogni tanto oppre un calice di vino laddove la portata lo richieda, ma con Iacopo ho scoperto che fare un cocktail non si riduce al semplice bere un alcolico ma a condividere sapori e gusti che possono essere molto innovativi e assolutamente adatti a diverse tipologie di occasione, come dire: “non chiamatelo semplicemente aperitivo”! Io e Sarah abbiamo scelto di provare sia analcolici insoliti al tè che drink più decisi il tutto accompaganto da chiacchiere e risate con una vista davvero mozzafiato. Ora vi lascio a qualche consiglio del nostro Iacopo che, con l’hotel, ha creato la cornice giusta per un pre serata davvero diverso…

CAMPARI SPRITZ

  • CL. 3,75 Bitter Campari
  • CL. 6 Prosecco
  • Splash di soda
  • Garnish : Fetta d’arancia

Utilizzare bicchiere a vino, riempiendolo di ghiaccio e versando gli ingredienti nell’ordine della ricetta.
Guarnire con una fetta di arancia.
Famosa variante dello Spritz Veneziano (versione con Aperol) preparata con il più classico degli aperitivi Milanesi, il CAMPARI! Drink di facile preparazione, media gradazione alcolica è consumato principalmente durante l’aperitivo ma negli ultimi anni è praticamente diventato un anytime… di facile abbinamento con qualsiasi tipo di finger food.

VESPER MARTINI

  • CL. 6,5 Gin
  • CL. 1,5 Vodka
  • CL. 0,75 Lillet Blanc
  • Garnish: Twist di limone

Raffreddare la doppia coppa martini, quindi shakerare gli ingredienti con ghiaccio e servire nella nostra coppa raffreddata decorando con una fetta lunga e sottile di scorza di limone dopo averla delicatamente “schiacciata” sul drink per farne uscire gli oli essenziali.
Il cocktail è stato inventato nel 1953 da Ian Fleming (romanzo Casino Royale). James Bond ordina e nomina il cocktail in onore di Vesper Lynd, bondgirl di cui l’Agente 007 era innamorato. Vista l’uscita nelle sale del nuovo film Spectre abbiamo deciso di introdurre il Vesper Martini, ottimo per l’aperitivo considerato NEW ERA anche se da tempo già se ne conosce fascino e gusto. Facile a abbinare a qualsiasi finger food.

SMOKY TEMPLE    

  • CL. 4 infuso di tè nero Lapsang Souchong (tè cinese nero affumicato) e fiori di ibisco (l’infusione deve essere molto intensa circa 15 cucchiai di te per litro d’acqua e 10 di fiori d’ibisco – time 10 min-)
  • CL.1 sciroppo di zucchero semplice.
  • CL.10 Ginger Ale
  • Garnish: rondelle di lime essiccato.

Raffreddare un Highball glass. Una volta fatto raffreddare l’infuso, versarlo nel tumbler, aggiungere lo zucchero e riempire il bicchiere con Ginger Ale. Miscelare delicatamente la bevarda con un cucchiaio e servire con due fette di lime essiccate. Questo drink e una variante del classico Shirley Temple, cocktail analcolico inventato all’hotel Royal Hawaien di Waikiki (nelle Hawaii) in onore della giovane attrice Shirley Temple negli anni trenta, e successivamente ripreso dai barman del mondo intero. Si ottiene miscelando due parti di ginger ale con una parte di sciroppo di granatina. Anch’esso è ormai da considerarsi un anytime visto e dovuto che si tratta di un drink analcolico.
Non troppo dolce, e di facile abbinamento con frutta fresca e finger food.

 

You May Also Like

6 Comments

  1. 1

    Ciao Caterina! Wow, che panorama meraviglioso si vede attraverso le vetrate!!! E che bella l’idea dei cocktails a base di tè! Devo venire a Milano a provare! Un bacione! Ps: a causa del lavoro non riesco a seguirti sempre a Detto Fatto e mi manchi… mi rifaccio con la rivista e con i racconti di mia nonna, che ti segue sempre!!!! Un bacione! ♡♡♡

  2. 2

    Ciao Cate,
    bellissimo lo sfondo con le piante!

    Certo che guardando fuori la nebbia e tutto il grigio dei grattacieli dalle finestre a uno gli passa la voglia di uscire da quel locale!

    Mentre tu ascoltavi stasera tuo marito all’Università, mi hai ricordato che anche io sono tornata una volta nella mia Uni a Lugano e lì davvero ci ho lasciato un pezzo del mio cuore.
    Io invece ero a guardare “E’ arrivata la felicità” ( “Pietro” è un attore con davvero un bel viso secondo me e ha un colore bellissimo di capelli: sarebbe bello invitarlo! visto che comunque la fiction non è ancora finita e…… lo so, è Rai1 e non Rai2, ma vabbuò, è sempre Rai, no?) e prima, come sempre, “Affari Tuoi”. A me le cose poliziesche su Rai2 non piacciono, ma è giusto seguire i gusti di tutti; però mi piace “I fatti vostri” e “Tg2 Insieme” (Marzia secondo me è bravissima!!!) e il Tg2 con le sue rubriche. Oggi ha fatto il compleanno come sai! Anche tu lo guardavi da piccola? :)

    Un abbraccio,
    Maddalena

  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6

    Ciao Caterina, mi ha fatto molto piacere leggere il tuo articolo su Me Melia Il Duca. Iacopo è mio figlio e sono molto orgogliosa di lui e di quanto sta facendo a Milano. Quando posso seguo il tuo programma, soprattutto i tutorial di pasticceria e cucina di cui sono appassionata! Ti abbraccio.

Add Comment Register



Lascia un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>